Non si può vivere senza amicizia

“Rimanete nel mio amore”

Nel Regno Unito, nel 2018, è stato istituito il “Ministero della solitudine”. Questa la motivazione: la mancanza di relazioni della popolazione inglese è una piaga nazionale e una epidemia che colpisce un po’ tutti. I giovani sono sempre meno capaci di contatti reali, mentre si ubriacano di amicizie virtuali.  E anche le persone adulte, che pure hanno tante conoscenze e tanti rapporti di lavoro apparentemente gratificanti – visto lo stile di vita che conducono –, in pratica sono estremamente sole. Da quando, poi, è esploso il Covid 19, un po’ ovunque si va ripetendo che questa pandemia sarà più dannosa per i rapporti amicali, rispetto a quelli economici. Renderà ancora più triste quella situazione della presente generazione così descritta:  “Il nostro tempo è dominato dalla presenza di due potenze soverchianti: l’Io individualizzato e narcisista e il Noi, inteso come comunità esclusiva e aggressiva” (Pietro Del Soldà) .

A parole andiamo ripetendo che l’amicizia è il bene più grande che si possa sperimentare, ma in pratica non siamo capaci di dare un respiro sano, fecondo e vivificante ai nostri rapporti amicali. Sganciamo le nostre rare  amicizie dal tessuto sociale. Le soffochiamo in relazioni asfissianti con tre o quattro persone, che rischiano di diventare come una cortina fumogena che ci impedisce di vedere la realtà e di buttarci nel vivo della società, per contribuire al bene comune. E ciò segna, tra l’altro, la morte dell’amicizia stessa.

Studi filosofici e sociologici, in tutte le epoche, avrebbero dovuto illuminarci su questa situazione: chi ha un’attitudine positiva e amichevole con più persone si sente vivo e presente nel mondo, si realizza aiutando il prossimo a stare bene, allarga i propri orizzonti intellettuali, morali e spirituali. Anche perché, probabilmente, non è vero che una persona sceglie un amico/un’amica perché è a lei simile, ma perché ha doti complementari, così che il vivere assieme sia arricchente e bello proprio grazie alla varietà dei doni, degli interessi e dei progetti. Certo, è importante essere in sintonia sui grandi temi della vita, è bello vibrare sulla stessa lunghezza d’onda, ma l’amico non è uguale a me: egli mi dà ciò che io non ho, mi accetta così come sono e decide di fare con me un cammino per crescere in “sapienza, età e grazia”. L’amico non deve per forza darmi ragione, bensì stimolarmi a compiere progressi. Deve essere voce critica di ogni mio comportamento e presente nel momento del bisogno. Capace di starmi accanto discretamente, al punto da farmi sperimentare che amica è quella persona con la quale posso stare in silenzio.

Non sono mai stato capace di vivere senza amici. Li ho cercati e mi sono lasciato cercare. Ho sofferto – e non poco – quando, per vari motivi, se ne sono andati, anche se ho scritto: “Chi ho amato e ho perso, non è la dove si trova, ma ovunque io sia”. Non si ama mai invano! Le precedenti amicizie creano la nostalgia di altri incontri, così che… non è solo chi perde gli amici, ma chi non ne cerca di nuovi.

Che Cristo fosse un innamorato dell’amicizia traspare da tutta la sua vita e dal discorso dell’Ultima Cena: “Io ho scelto voi e vi ho chiamato ‘amici’”. Ha chiamato “amici” i suoi discepoli, per dimostrare la divinità delle passioni umane e la profondità della sua umanità. Ha mendicato amicizia: “Rimanete nel mio amore!”. Fino all’ultimo momento ha cercato di riscattare Giuda: “Amico, per questo sei qui!” (Mt 26,50). Volle morire circondato non da discepoli, ma da amici. Desiderò accanto a sé solo innamorati. Lo mostra espressamente il 15° capitolo del Vangelo di Giovanni, che così sintetizza il messaggio di Cristo: “Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: