Contro il virus dell’egoismo

Opinioni a confronto – Valentino Salvoldi e Don Alessandro Angeletti, parroco di Ponte Nossa (bg)

Tutto ciò che capita lontano da noi, generalmente , non ci interessa.  Non siamo capaci di fare nostre le sofferenze  degli altri, né  ci sforziamo di capire l’altrui disperazione. Il sazio non comprenderà mai l’affamato. Il ricco che vive negli agi della sua “reggia” non comprenderà le sette o otto persone che dormono per terra in una misera baracca, con la paura del domani che attanaglia il ventre.  Chi fa le vacanze sulle spiagge più belle dell’Africa, non comprenderà mai chi da quel continente fugge. Lui che,  lasciato l’albergo a sette stelle – a Mombasa o a Città del Capo -,  torna nel “bel Paese” con la distorta immagine dei bambini che sorridono e delle donne che danzano.

Poi…basta un virus proveniente da un paese lontano o il crollo delle borse o la pura di indesiderate invasioni per farci capire quanto siamo fragili, quanto dipendenti gli uni dagli altri, quanto precari i nostri sogni di una immortalità legata alla terra.

Il messaggio di Cristo dovrebbe indurci a considerare ogni essere umano come fratello o sorella, e a passare accanto ad ogni persona sussurrando la professione di fede dell’apostolo Giovanni: “E’ il Signore!”. Il patrimonio umano delle precedenti generazioni dovrebbe indurci a scoprire i vantaggi della solidarietà umana, già elogiata dagli antichi romani: “Tutto quello che c’è di umano mi appartiene”. E la dottrina sociale della Chiesa dovrebbe indurci al buon senso: se non volgiamo agire per amore, apriamo gli occhi sulle conseguenze dell’individualismo: “…cercate almeno di temere l’ira dei popoli poveri che, quando verranno alla ribalta, ci schiacceranno” . Discorso poco cristiano? E’ stata la grande provocazione del papa Paolo VI (“Populorum progressio”) : se non volete ascoltare il messaggio evangelico, cercate per lo meno di difendervi dalle innumerevoli insidie cui ci lascia esposti la nostra vulnerabilità. Aiutando chi è nel bisogno salveremo noi stessi  e lasceremo  in dono ai nostri figli un mondo solidale nella lotta al virus dell’egoismo.

                                                                         Valentino Salvoldi

                                                       ^^^^^^^^^^^^^^^^

E’ vero: fin quando stiamo bene, tutto il resto non ci interessa. Ma questo avviene anche con Dio: fino a quando “stiamo da Dio” a cosa ci serve Dio? E se questo virus che ci impedisce di andare in chiesa, ma non al centro commerciale, ci aiutasse a riscoprire che la spesa dobbiamo farla, ma non possiamo restare senza il Pane di Cristo? Questa provocazione riassume le tante e svariate che circolano in questi momenti di apprensione da Coronavirus, sono le parole che i nostri Vescovi ci dicono, che noi sacerdoti sentiamo ancor più vive celebrando la S. Messa senza i fedeli, eppure mi chiedo quante siano le persone che davvero pensano a questa cosa? Quante sono le famiglie che avvertono la mancanza della partecipazione fisica alla Messa domenicale? Se è vero che tutto il male non viene per nuocere, io mi auguro che tutta questa pandemia sparisca presto, ma che lasci qualcosa: il desiderio di tornare a Cristo con più convinzione, con più fede, con più gioia. Me lo auguro perché dobbiamo comprendere da questa vicenda che il mondo è nelle mani di Dio e che, qualsiasi argine possiamo mettere, tutto ci sfugge di mano(…) Vorremmo fare molte cose per risolvere problemi per i quali fino a ieri non ci ponevamo alcun problema. E adesso? Adesso non lo so, ma forse è il caso di rimetterci nelle mani di Dio e “pretendere” da Lui che guardi alla nostra umiliazione e ci salvi, non con l’opportunismo di chi poi se ne va, ma con la fede di chi resta nel suo abbraccio di Padre. Per sempre.                        

                                                                                           Don Alessandro Angioletti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: